“Cavalli Bradi” – Vladimir Vysotsky

Mi sono imbattuto in questo song-writer, scrittore, poeta, attore Sovietivo ed ho deciso di dedicare un post affinché rimanga indelebile la sua immagine. Meravigliosa l’intensità e il testo di “Cavalli Bradi”, così come tanti altri scritti che trovate nella pagina dedicata. Grazie a colui che mi ha dato la possibilità di conoscere Vladimir Vysotsky…

Testo (ita-ru ma disponibile in tutte le lingue):

http://www.wysotsky.com/1040.htm?46

Cavalli bradi
Lungo un dirupo, sull’orlo del precipizio, proprio sull’orlo,
Io sprono i miei cavalli e li sferzo con la frusta…
L’aria mi manca, bevo il vento, ingoio la nebbia,
Mi perdo fiutando l’estasi della morte.
Un po’ più adagio cavalli, un po’ più adagio!
Non sentite lo scudiscio!
Ma che razza di cavalli bradi mi sono capitati!
E non sono riuscito né a vivere né a cantare fino in fondo.
Abbevererò i cavalli, finirò di cantare la strofa
Resterò ancora un istante sull’orlo…
Sono perduto, l’uragano mi spazzerà via come una piuma
E al mattino mi trascineranno al galoppo sulla neve.
Cavalli miei, rallentate un po’ il passo!
Prolungate ancora un po’ la via verso il mio ultimo rifugio!
Un po’ più adagio, un po’ più adagio!
Né la frusta né la sferza vi danno ordini.
Ma che razza di cavalli bradi mi sono capitati!
E non sono riuscito né a vivere né a cantare fino in fondo.
Abbevererò i cavalli, finirò di cantare la strofa
Resterò ancora un istante sull’orlo…
Ce l’abbiamo fatta, come invitati di Dio arriveremo senza ritardo.
Perché gli angeli cantano con voci cattive?!
È un sonaglio che singhiozza con violenza,
O sono io che urlo ai miei cavalli di non trascinare così in fretta la slitta?!
Un po’ più adagio cavalli, un po’ più adagio!
Vi supplico di galoppare, non di volare!
Ma che razza di cavalli bradi mi sono capitati!
Che almeno avessi potuto finire di cantare, se non sono riuscito a vivere fino in fondo!
Abbevererò i cavalli, finirò di cantare la strofa
Resterò ancora un istante sull’orlo…
© Silvana Aversa. Traduzione, 1992

Approfondimento:

Vladimir Vysotsky: http://en.wikipedia.org/wiki/Vladimir_Vysotsky

Advertisements

About My Own Desire

pure contrast or the exact contrary of the opposites.
This entry was posted in music, russia and tagged , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s